Blog

Caccia al sale nascosto!

Ogni giorno con la nostra dieta ingeriamo, più o meno consapevolmente, quantità differenti di sale.

 

Le nostre linee guida ci ricordano che l'apporto giornaliero raccomandato di sodio, in assenza di patologie, è pari a 2,4 gr -corrispondenti a 6 gr di comune sale da cucina-.

 

 

E' un alimento indispensabile alla vita, ma al tempo stesso sono conosciuti gli effetti negativi di un eccessivo consumo di sodio: facilita la comparsa dell'ipertensione arteriosa o la aggrava qualora presente, favorisce edemi e riduce l'effetto dei farmaci ipotensivi.

 

Il sodio che ingeriamo quotidianamente deriva in parte da quello contenuto allo stato naturale negli alimenti (verdura, carne, acqua..) e in parte da quello che aggiungiamo durante la cottura dei cibi o a tavola. Ma per la maggior parte deriva da prodotti industriali trasformati e principalmente dai prodotti da forno: pane, grissini, crackers, biscotti, merendine...prodotti a cui probabilmente non avremmo pensato: è il "sale nascosto"!

Per esempio una colazione con 5 biscotti dolci apporta circa 0,2 gr di sodio e una merenda con un plumcake confezionato circa 0,4 gr.

 

Un modo, quindi, per limitarne il consumo è quello di porre maggiore attenzione ai prodotti industriali: oltre a quelli già citati, un discorso simile vale per gli insaccati, i formaggi (soprattutto stagionati), il dado, sale quali ketchup e soia...

Inoltre, possiamo abituarci a non portare con noi il sale in tavola! Entro poche settimane il nostro palato si abituerà e non avremo problemi a ingerirne quantitativi inferiori!

 

Un'ultima questione da sottolineare riguarda la tipologia di sale da cucina da acquistare e consumare.

A tal proposito sia l’Organizzazione Mondiale per la Sanità che il Ministero della Salute italiano consigliano l’uso di sale iodato a tutta la popolazione, al fine di prevenire o correggere quella carenza di iodio che anche in Italia è piuttosto diffusa!

 

 

 

 

 

Please reload

Altri articoli 

Omocisteina: cos'è e perché è utile considerarla nei problemi di subfertilità

1/10
Please reload

Dott.ssa Stefania Cocolo

Biologo nutrizionista

Nr. iscrizione ONB (sez A): 074866

P.IVA: 03527860120

Ricevo su appuntamento

Indirizzo: Via Cappellini 18, Gallarate VA

 

Telefono: +39 340 5572519

 

Email: stefania.cocolo@hotmail.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now