Blog

Alimentazione & Donna - Le fasi del ciclo mestruale (parte 2: fase mestruale e dismenorrea)

In questo secondo articolo consideriamo un'altra fase del ciclo: la fase mestruale.

Senza dubbio una fase fastidiosa... e per qualcuna di noi anche molto dolorosa.

 

La fase mestruale, della durata di circa 4-5 giorni, ha inizio il giorno in cui iniziano le perdite di sangue, dovute allo sfaldamento delle pareti superficiali dell'utero che si erano inspessite per poter accogliere un'eventuale gravidanza.

 

Nella foto sottostante (recuperata dal sito online.scuola.zanichelli.it) viene rappresentato in maniera molto schematica e chiara il concetto appena esposto.

 

 

 

Tutto quanto detto finora risulta vero dal punto di vista tecnico... ma la mestruazione, per una donna, ha un valore soprattutto dal punto di vista mentale. In primis rappresenta un segno tangibile del nostro essere “donne”. Un appuntamento mensile tendenzialmente fisso, che ci accompagna durante tutti i nostri anni più fertili.

 

La prima mestruazione (o menarca), segna l'inizio dell'età puberale. Si verifica intorno ai 12 anni ed è il segnale più evidente del cambiamento a cui ogni giovane donna va incontro e che la porterà a cambiare il proprio aspetto fisico e a divenire, anche dal punto di vista mentale, un adulto.

 

D'altra parte, come ben tutte sappiamo, la cessazione completa (dopo un eventuale climaterio) del ciclo mestruale indica l'ingresso (dovuto al progressivo diminuire delle produzione degli ormoni femminili) in una nuova e differente fase della vita: la menopausa, da imparare a conoscere e scoprire con curiosità.

 

In generale, l'assenza di mestruazioni durante la vita fertile di una donna non è mai un buon segno e credo che, per la sua importanza, questo argomento vada approfondito in un articolo a parte.

 

La fase mestruale segue un periodo critico del ciclo (del quale abbiamo parlato qui) ed è bene ricordarsi di prendere alcuni accorgimenti:

  • Qualora il nostro ciclo fosse molto abbondante è utile aumentare l'apporto di ferro.

    Il ferro può essere introdotto nel nostro organismo grazie all'alimentazione. In particolare sia alcuni prodotti animali, sia alcuni prodotti vegetali contengono un buon quantitativo di ferro. La raccomandazione, per le donne in età fertile, è quella di assumere 18 mg di ferro al giorno. Via libera, quindi, se ci piace a un piatto di tartare di carne di cavallo o un piatto di ostriche :)

  •  

    Il ferro degli alimenti animali viene più facilmente assorbito dal nostro intestino rispetto a quello degli alimenti vegetali, ma è possibile aumentare la sua bio-disponibilità mediante l'utilizzo di alimenti contenenti vitamina C (ma anche rame, vitamina A o vitamine del complesso B).

     

    Viceversa dobbiamo porre attenzione a non accompagnare prodotti ricchi di ferro con alimenti ricchi di calcio, zinco o fibra. In questi casi l'assorbimento del ferro potrebbe essere ridotto.

  • Qualora il periodo precedente l'inizio delle mestruazioni fosse stato lungo e particolarmente pesante potrebbe essere utile aumentare la quantità di verdure crude o di centrifugati di verdura.

    Allo stesso modo è importante bere in abbondanza.

     

Molto spesso però la fase mestruale si accompagna a una serie non trascurabile di fastidi, che rendono questi giorni ancor meno tollerabili.

Tra questi i più ricorrenti sono: mal di schiena, nervosismo, tensione mammaria, nausea, forte stanchezza e giramenti di testa.

In alcuni casi, inoltre, questi fastidi sono accompagnati da dolori molto forti al basso ventre: i tipici dolori mestruali, spesso indicati anche con il termine “dismenorrea”.

 

Seppure questa condizione sia abbastanza diffusa e circa l'80% delle donne riferiscano di soffrire di dolori mestruali, dobbiamo sottolineare che in una percentuale minore dei casi i dolori sono talmente forti da interferire con le normali attività quotidiane.

 

Quali sono le cause principali della dismenorrea?

Consideriamo la dismenorrea primaria e cioè quella non legata ad altre cause organiche (es. endometriosi).

Le cause non sono state identificate con precisione ma fattori di rischio importanti sembrano essere un menarca precoce, storia familiare di dismenorrea e cicli mestruali molto abbondanti.

In uno studio condotto in Iran che ha coinvolto 180 donne, inoltre, si sono valutati i fattori psicologici. Secondo questo studio, per esempio, il basso sostegno sociale (e forse la scarsità di relazioni interpersonali) è il principale predittore di dismenorrea, seguito da altri fattori psicologici.

Un'altra causa della dismenorrea è la mancanza di calcio: bassi livelli di calcio, infatti, aumentano le contrazioni dei muscoli dell'utero, provocando il dolore.

 

Quali sono i rimedi?

Nei casi più gravi è sempre meglio rivolgersi al proprio medico di fiducia. In molti casi i rimedi più utilizzati e consigliati dagli specialisti rimangono gli antidolorifici o la pillola anticoncezionale.

 

Anche alcuni accorgimenti dietetici però possono essere utili per attenuare i fastidi:

  • In primis diversi studi e ricerche hanno provato che una dieta ricca di acidi grassi della serie omega-3 è correlata a una diminuzione del dolore (si possono trovare ad esempio nel pesce azzurro, nei semi e nella frutta a guscio)

 

  • Viceversa acidi grassi della serie omega-6 sembrano essere più abbondanti nelle diete di chi soffre di dolore cronico (contenuti nella soia, nei semi, nella carne..)

 

  • E' utile anche aumentare la quantità di alimenti contenenti Magnesio, in grado di diminuire la contrazioni dell'utero e pertanto capace di diminuire i dolori (il magnesio è contenuto ad esempio nei fichi, nei piselli, nei fagioli e nelle noci)

 

 

Please reload

Altri articoli 

Omocisteina: cos'è e perché è utile considerarla nei problemi di subfertilità

1/10
Please reload

Dott.ssa Stefania Cocolo

Biologo nutrizionista

Nr. iscrizione ONB (sez A): 074866

P.IVA: 03527860120

Ricevo su appuntamento

Indirizzo: Via Cappellini 18, Gallarate VA

 

Telefono: +39 340 5572519

 

Email: stefania.cocolo@hotmail.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now