Blog

Dolori mestruali: i consigli di un'esperta naturopata

Vi ricordate che qualche giorno fa abbiamo parlato del regime alimentare più adeguato durante la fase iniziale del nostro ciclo mestruale? (link all'articolo qui)...

Questa fase, già fastidiosa di per sé, si complica ancor di più quando accompagnata da dolori così forti da metterci proprio ko...

 

Come avevamo detto nei casi più gravi l'unico rimedio possibile è quello di rivolgerci al nostro specialista di fiducia, ma nel loro piccolo anche alimentazione & cure naturali possono fare qualcosa!

 

Quindi, ringrazio nuovamente Piera, la titolare dell'erboristeria La Melissa di Busto Arsizio per i suoi consigli e per il tempo che mi e ci ha dedicato... Buona lettura a tutte voi :)

 

 

DISMENORREA E CURE NATURALI 

 

FITOTERAPIA

Molti rimedi fitoterapici contro la dismenorrea, sfruttano le piante dotate di proprietà antispasmodiche cioè in grado di rilassare la muscolatura liscia dell'utero favorendo, in sinergia con gli altri elementi dei loro fito-complessi, un miglioramento della sintomatologia dolorosa.

Altre piante invece agiscono come riequilibranti del sistema ormonale femminile, regolarizzando la produzione di quegli ormoni (prostaglandine PGF2), responsabili delle contrazioni e degli spasmi uterini.  

Di seguito presentiamo le piante maggiormente utilizzate.

ACHILLEA (Achillea millefolium): particolarmente utilizzata in caso di mestruazioni dolorose, è un ottimo rimedio antispasmodico, e riequilibrante del sistema ormonale. La pianta è indicata anche per tutti quei sintomi connessi alla fase premestruale, associati a nervosismo, irritabilità, sbalzi d’umore, debolezza e nella stanchezza. Durante le mestruazioni, invece, le sue proprietà astringenti, antinfiammatorie ed emostatiche sono sfruttate per diminuire il flusso sanguigno in caso di mestruazioni abbondanti. 

AGNOCASTO (Vitex agnus cactus): i frutti hanno la capacità di agire sull’ipofisi ed esercitare un’azione antiestrogenica e antispasmodica, indicata per contrastare la dismenorrea, e tutti quei sintomi connessi alla fase premestruale, associati a nervosismo, irritabilità, sbalzi d’umore, ansia, depressione e nei disturbi neurovegetativi della menopausa. 

 

OLI VEGETALI 

Tra gli oli vegetali, molto utilizzati sono quelli ottenuti per spremitura meccanica dei semi di Enotera (Oenothera biennis) e Borragine (Borago officinalis) per  alleviare molti disturbi prettamente femminili, come il dolore al seno (mastalgia), tipico del periodo premestruale, le irregolarità del ciclo, dolori mestruali, amenorrea, e cisti ovariche. In commercio si trovano in perle come integratore alimentare. 

 

GEMMODERIVATI

 Il gemmoderivato del Lampone (Rubus Idaeus) è un regolarizzante ipotalamo-ipofiso-gonadico, perciò è impiegato negli squilibri del sistema ormonale femminile, tra cui dolori e irregolarità mestruali, sindrome pre-mestruale, mastopatie, cisti ovariche e fibromi uterini.

 

FIORI DI BACH

Le patologie fisiche, come i dolori mestruali non sono trattate direttamente con i Fiori di Bach, in quanto, questi rimedi agiscono principalmente sullo stato emozionale, che conduce al manifestarsi di un certo disturbo. 

In generale i dolori mestruali sono provocati da alcuni ormoni, responsabili delle forti contrazioni della muscolatura uterina. La sfera emozionale e il tono dell'umore sono strettamente legati al sistema ormonale. 

Per questa ragione le miscele personalizzate dovranno essere composte, rispetto allo stato emotivo e al vissuto della persona e scelti rispetto alla reazione dell’individuo nei confronti di queste situazioni e non per il solo sintomo.

Tuttavia l'impiego del Rescue Remedy in crema, se massaggiato sull'addome, consiste in un rimedio rilassante ed equilibrante, per alleviare il dolore e la tensione muscolare. 

 

AROMATERAPIA

Per alleviare i dolori mestruali, l'utilizzo degli oli essenziali costituisce una terapia aromaterapica che interviene sia a livello psichico, che fisico.

Alcune essenze riequilibrano il sistema ormonale femminile, modulando la produzione di prostaglandine (PGF2), responsabili delle contrazioni e degli spasmi uterini; altre svolgono un'azione antinfiammatoria e rilassante a beneficio della muscolatura liscia dell'utero. 

  • Olio essenziale di geranio massaggiato sul basso ventre, rilassa le contrazioni uterine dovute all’ovulazione e ai dolori mestruali; aiuta ad alleviare i disagi della menopausa e della sindrome premestruale, le nevralgie e il mal di testa; 

  • Olio essenziale di lavanda svolge un'azione antispasmodica sulle contrazioni muscolari, calma i dolori e gli spasmi addominali.

  • Olio essenziale di camomilla aiuta a rilassare la muscolatura tesa, dovuta a nervosismo, intestino irritabile, spasmi, colite e coliche gassose, specie nei neonati. Dona beneficio in caso di dolori mestruali e disturbi della menopausa.

 

 

Please reload

Altri articoli 

Omocisteina: cos'è e perché è utile considerarla nei problemi di subfertilità

1/10
Please reload

Dott.ssa Stefania Cocolo

Biologo nutrizionista

Nr. iscrizione ONB (sez A): 074866

P.IVA: 03527860120

Ricevo su appuntamento

Indirizzo: Via Cappellini 18, Gallarate VA

 

Telefono: +39 340 5572519

 

Email: stefania.cocolo@hotmail.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now