Blog

Sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) e dieta

La sindrome dell'ovaio policistico, spesso conosciuta con la sigla PCOS, è una problematica femminile che si concretizza come uno squilibrio endocrino e metabolico.

 

Questa sindrome risulta particolarmente fastidiosa per la donna che ne è affetta ed è dunque soggetta a: irregolarità mestruali, acne-irsutismo-alopecia o comunque segni di iper-androgenismo e presenza di cisti o microcisti all'interno delle ovaie, che solitamente vengono scoperte durante la visita ginecologica e l'indagine ecografica.

 

Le irregolarità mestruali (intese anche come mancanza del ciclo mestruale e amenorrea), la presenza di cicli anavulatori e i forti squilibri ormonali fanno sì che questa sindrome possa divenire un vero e proprio nemico per la donna intenzionata ad avere un figlio. Sembrerebbe infatti rappresentare la principale causa di infertilità nella donna fertile. In particolare, dal punto di vista endocrino, si assiste a uno squilibrio tra due ormoni prodotti dall'ipofisi: FSH (ormone follicolo stimolante) e LH (ormone luteinizzante). Questi due ormoni sono di fondamentale importanza per la maturazione del follicolo prodotto delle ovaie. Inoltre, anche il livello di estrogeni e progesterone, altri due ormoni femminili prodotti principalmente dalle ovaie, non è equilibrato. Si osserva infatti un livello di estrogeni molto elevato. Questo squilibrio è il principale "colpevole" dell'infertilità che viene sperimentata in caso di PCOS.

In questo momento non è mia intenzione soffermarmi sui vari sintomi che caratterizzano questa sindrome, che rappresenta di per sé un fattore di rischio per diverse patologie (cardiovascolari, tumorali e metaboliche come il diabete), ma vorrei sottolineare l'importanza che ha il regime alimentare nel trattamento della stessa.

A tal proposito vorrei presentarvi una review di qualche anno fa, ovvero un articolo che si basa su uno studio e una revisione critica di tutta la letteratura. Per chi fosse interessato questa review è disponibile qui in lingua inglese.

 

In quest'articolo si sottolinea innanzitutto una condizione di insulina resistenza intrinseca nelle donne affette da PCOS, diversa quindi dall'insulina-resistenza che si può sperimentare in caso di obesità e che si può pertanto sommare alla prima, peggiorando notevolmente la fertilità della donna.

Considerando questa premessa risulta evidente che il primo passo verso un aumento della fertilità è la corretta gestione del peso

In questa review si è cercato di capire quale regime alimentare potesse fornire i risultati migliori, sia dl punto di vista della perdita di peso, sia dal punto di vista della salute riproduttiva.

Per quanto riguarda la perdita di peso, la perdita di massa grassa e la riduzione delle circonferenze gli studi presi in considerazione sembrerebbero dimostrare che qualsiasi regime scelto permetta di ottenere gli stessi risultati (a parte uno studio in cui sarebbe da privilegiare una dieta a basso contenuto di carboidrati).

Per quanto concerne invece la salute riproduttiva, alcuni studi dimostrerebbero nessuna differenza apportata dal regime dietetico e un aumento della regolarità mestruale e delle gravidanze correlato solamente alla perdita di peso; uno studio in particolare, tuttavia, riporta l'importanza di una dieta a basso indice glicemico e carico glicemico, soprattutto per correggere l'irrregolarità mestruale.

Infine per quanto riguarda i parametri metabolici alcuni studi sembrerebbero dimostrare che un regime a basso indice/carico glicemico o un regime a basso apporto di carboidrati possa aiutare nel miglioramento dei parametri legati all'insulino-resistenza.

 

Traiamo la nostra conclusione (che è ovviamente la stessa tratta dagli autori della review): una donna con PCOS che vuole migliorare il suo stato di salute o che voglia rimanere incinta deve necessariamente ritornare in forma, qualora non lo sia, scegliendo un regime dietetico e un corretto allenamento.

Tutto ciò deve precedere la terapia farmacologica, eventualmente scelta insieme al proprio medico curante.

Per quanto riguarda l'allenamento (simile ragionamento può essere fatto per il regime alimentare) dovrebbe essere suggerito da un esperto. Allenamenti di diverso tipo possono influire in maniera significativamente differente sul nostro stato ormonale, che nel caso di una sindrome da ovaio policistico risulta già compromesso. 

E' comunque consigliabile evitare uno stile di vita sedentario.

 

E per quello che concerne la dieta, cosa dobbiamo fare?

Per quanto riguarda il regime alimentare dobbiamo imparare a consumare pasti a basso carico glicemico, in modo tale da limitare l'immissione nel sangue di zuccheri e, di conseguenza, di insulina.

Altri studi, rispetto a quello citato in precedenza, concorrerebbero alla dimostrazione che una dieta a basso apporto di carboidrati possa contribuire al miglioramento della condizione e, a tal proposito, come riportato in un recente articolo (qui), un interesse particolare potrebbe nascere nei confronti delle diete chetogeniche.

Attenzione però a non fare tutto di testa propria: diete drastiche e fatte male potrebbero peggiorare la situazione anziché migliorarla.

Ultima indicazione utile riguarda il timing dei pasti: un interessante studio (qui) sottolinea come la composizione e l'orario regolare dei pasti sia importante per questo regime alimentare. Donne che assumono la maggior parte dell'apporto calorico giornaliero durante la colazione, consumando poi un pranzo mediamente calorico e una cena leggera hanno ottenuto risultati decisamente migliori.

Vale in questo caso il vecchio detto "colazione da re, pranzo da principe e cena da povero"

 

 

Please reload

Altri articoli 

Omocisteina: cos'è e perché è utile considerarla nei problemi di subfertilità

1/10
Please reload

Dott.ssa Stefania Cocolo

Biologo nutrizionista

Nr. iscrizione ONB (sez A): 074866

P.IVA: 03527860120

Ricevo su appuntamento

Indirizzo: Via Cappellini 18, Gallarate VA

 

Telefono: +39 340 5572519

 

Email: stefania.cocolo@hotmail.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now